Le buche stradali sono facilissime da rilevare.

Aggiornato il: lug 12

Le buche nel manto stradale possono costituire turbativa e/o pericolo per la circolazione.

Spesso, alla presenza di una buca si attribuisce la rovinosa caduta a terra di un veicolo a due ruote, senza tuttavia essere in grado di documentare e di quantificare la realtà di quell'irregolarità del manto stradale.

Come rilevarle e come documentarne peritalmente le sue caratteristiche specifiche? Sicuramente non cercandone il modo nella norma UNI 11472 (Rilievo degli incidenti stradali, modalità d’esecuzione), direttiva nata già assolutamente obsoleta e ignorante nel merito tanto quanto tutta la letteratura di settore .


Ciò premesso, occupandomi di un vecchio caso del 2013, dove nel frattempo la tratta stradale era stata interamente asfaltata di nuovo, basandomi sulle solo foto a disposizione sono comunque stato in grado di ricostruire nel dettaglio le caratteristiche di quella buca facendo un buon uso della fotogrammetria.

Metashape: immagine ortofotografica ottenuta da sole 3 foto


Sebbene disponessi di sole 3 foto utili, ho avuto la temerarietà di tentare ugualmente un’elaborazione fotogrammetrica riuscitami dopo alcuni tentativi. Questa elaborazione ha restituito una fedele modellazione tridimensionale della strada e della buca, grazie alla quale ogni vista prospettica e di sezione è stata messa a disposizione delle analisi del caso.

Infatti, estrarre l’ortofoto (vista in pianta) e le differenti sezioni longitudinale e trasversale della buca da tale modellazione tridimensionale, è normale operazione di elaborazione fotogrammetrica dove l’operatore non ha che da scegliere la rappresentazione strutturale a maglia che meglio ne rappresenta in dettaglio ogni pendenza ed asperità.

Affrontato e risolto questo problema con successo nella mia pratica quotidiana, ritengo costruttivo condividere da questo blog l’insegnamento che questa mia esperienza può consegnare agli operatori di settore ma anche di chiunque altro che, confrontato con il problema di una buca, voglia rivolgersi allo specialista mettendogli a disposizione direttamente quanto fotografato con il proprio smartphone in loco, nelle immediatezze dei fatti.

Se nello specifico con 2 + 3 sole foto ho fatto un vero miracolo, con qualche immagine in più scattate con metodo, il risultato sarebbe stato ancora migliore.

Metashape: fotogrammetria da 2 sole foto iPhone 4 (2013)


Metashape: prospettiva rappresenta in texture, superficie e struttura a maglia.


Quest’ultima parte di questo esposto è dedicata a tutti gli utenti della strada: spiega come documentare fotograficamente una buca con il semplice smartphone, senza essere specialisti.

1. Scattare alcune immagini d’insieme che raffigurino la buca nel contesto dell’intera carreggiata o corsia. Queste foto verosimilmente non serviranno tutte all’elaborazione bensì ad ubicare e ad orientare la buca nel contesto generale stradale.


2. Posare in posizione orizzontale al suolo vicino alla buca un metro o un qualsiasi altro oggetto di cui si conoscono le dimensioni esatte, per esempio il libretto di circolazione del veicolo: servirà nell’elaborazione per mettere in scala il rilievo.


3. Scattare una serie di almeno 6 foto dell’intera buca come da esempio. Si raccomanda di tenere inclinato l’apparecchio fotografico o lo smartphone a 45° circa rispetto al piano stradale e di scattare stando ad una distanza di almeno 1,5 metri dall’oggetto fotografato: importante è inquadrare in ogni foto l’intera buca, nella sua totalità perimetrale.


Attenzione: se si usasse un apparecchio fotografico dotato di zoom, lo stesso va tenuto fisso sulla stessa focale, per tutte le foto.

Fotografare con lo smartphone: modus operandi


Grazie al progresso della tecnica e alla diffusione degli smartphone oggi chiunque, applicando le poche regole di cui sopra, è in grado di rilevare fotograficamente e documentare in modo impeccabile una buca stradale.

Pertanto, qualsiasi servizio incidenti di polizia o privato che sia, per dichiararsi competente in materia di infortunistica stradale oggi deve padroneggiare la fotogrammetria ed essere in grado di elaborare debitamente una simile serie di fotografie digitali: non fosse il caso, è tempo di porvi rimedio aggiornandosi.


45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti