top of page

La Psychocinematica applicata

È incredibile come passi il tempo: dal mio primo studio relativo a problematiche di Psicologia del traffico, ovvero lo studio su “La relatività visuale del conducente” fino a giungere a poter integrare nella ricostruzione cinematica anche l’UOMO-CONDUCENTE, sono passati quasi vent’anni. È stato un lungo cammino solo possibile facendo seguire a quel primo studio quello molto più ampio di ricerca sull’IPTR (Intervallo Psico Tecnico di Reazione). Lo condussi insieme all’Unità di ricerca in Psicologia del traffico dell’Università Cattolica di Milano. Tale ricerca, diversa ed unica nel suo genere, raccolse ed elaborò circa 14 milioni di dati numerici e quasi 1 milione di immagini HD a colore: questa raccolta di dati ha parimenti sopportato due dottorati di ricerca del Prof. Ph. D. Daniele Ruscio (Università Cattolica di Milano e Università del Michigan - USA).


Acquisendo così fattuale conoscenza del processo attentivo, percettivo, decisionale e reattivo del conducente, la necessità di proiettarla nella ricostruzione cinematica degli incidenti per me è divenuta un imperativo inderogabile.

Era possibile implementarla nei nostri software scientifici di ricostruzione?


Studiato e trovato il modo di farlo, ho interessato il Dr. Matthias Schmidt direttore di AnalyzerPro convincendolo ad aggiungere un nuovo modulo (PsychoMan) nel software da lui oggi curato e precedentemente, ovvero dagli ’90 in poi, sviluppato dal noto Prof. Dott. Mag. Werner Gratzer.

Così ora in AnalyzerPro 23, software noto fra i migliori, PsychoMan è disponibile: ne ho presentato l’applicazione all’ultima lezione che ho appena tenuto agli Allievi di Ingegneria dell’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna (Corso di ricostruzione degli incidenti stradali, Prof. Dott. Ing. Alfonso Micucci).

Parimenti e con piacere, da questa pagina web condivido con i miei lettori la citata presentazione. Credo che ne basti la visione per capire in che direzione stiamo andando e quale sia la portata di questo mio nuovo modus operandi: concetti forensi tanto fondamentali quanto decisivi presentati ora peritalmente in assoluta semplicità e chiarezza.

Immagine estratta dal filmato MB-Psychocinematica-2023 nei Media di questo sito web.


Che in incidentologia stradale sia grande l’interesse per questo nuovo genere di analisi lo dimostra il fatto che da La Roche-sur-Yon (Paesi della Loira - Francia) ho appena ricevuto mandato per la produzione appunto di un’analisi psychocinematica relativa a un grave incidente della circolazione che vede coinvolti un bus, un’automobile ed una MTB. Un tale incarico, oltre a confermare che la strada che sto tracciando è quella giusta, per me costituisce sempre anche un interessante test dell’applicazione pratica di questa nuova metodologia di analisi e di ricostruzione forense: un tema da non sottovalutare, meritevole di essere quanto prima approfondito con appositi seminari di aggiornamento professionale.

66 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page